povertà

Il servizio che il PSV svolge a favore dei poveri si colloca in zone di frontiera dove la marginalità è più accentuata: ci si propone di “andare incontro” al povero là dove il bisogno si rende visibile e si esprime, anche qualora le prospettive di recupero fossero scarse. Questo viene svolto da:

 A. Servizio Esodo: nato nel 1990 dalla volontà di don Fausto Resmini, è servizio di bassa soglia che rinuncia a porre “soglie di ingresso”; l’offerta di risorse precede la domanda di aiuto e fa della strada il proprio luogo di azione. Attraverso l’utilizzo di un’unità mobile (camper) è garantita quotidianamente la presenza di operatori per offrire:

  • Vicinanza e ascolto
  •  Risposta ai bisogni primari attraverso la distribuzione di vestiario, medicinali, coperte
  •  Distribuzione serale di pasti (vedi In Strada)
  •  Accoglienza notturna presso la casa di Sorisole: (container – dormitorietto – infermeria)
  •   Accompagnamento se necessario presso le strutture di pronto intervento sanitario
  •  Elaborazione di progetti individuali all’interno della rete dei servizi ecc.

  A-1) Del Servizio Esodo fa parte “In stradaonlus: legata all’iniziativa di don Resmini, è sorta nel 2001: si propone di formare volontari che sappiano dare risposte concrete a chi vive in strada, è abbandonato ed escluso nelle relazioni e si trova ad affrontare situazioni di disagio… Molteplici sono le attività promosse.